• Ecommerce management: farlo in casa o in outsourcing - pro e contro | Calicantus

    Ecommerce management: farlo in casa o in outsourcing - pro e contro

22 Febbraio 2022

Ecommerce management: farlo in casa o in outsourcing - pro e contro

Parlare di Ecommerce Management è fondamentale dopo due anni di pandemia che hanno dato una virata verso l’alto alla digitalizzazione delle imprese italiane. Aziende che si sono trovate a dover cambiare modelli di business, approcciando la vendita online sia B2B sia B2C. 
Il proliferare di siti di commercio elettronico in diversi settori è la conseguenza diretta della necessità di conquistare nuovi mercati e incrementare i fatturati dopo una sofferenza economica e finanziaria diffusa. Quello che però spesso si sottovaluta ed è invece il punto focale del tema “e-commerce” è la sua complessa gestione, che affronteremo proprio in questo articolo. 
Ti spiegheremo cosa vuol dire farlo in casa o in outsourcing, vantaggi e svantaggi, problematiche e soluzioni, per ottenere il tuo sito e-commerce zero pensieri.

“Un ecommerce vincente è una questione di competenze, non di software”


Domanda e offerta: a che punto siamo in Italia

Partiamo dal principio, dalla situazione attuale che le aziende italiane stanno vivendo e lo facciamo attraverso le parole di Davide Casaleggio, presidente di Casaleggio Associati che presenterà il report “E-commerce in Italia 2022: il cambio di passo dopo il Covid Boom”, il 5 maggio in diretta streaming:
“Gli italiani hanno storicamente avuto un approccio timido nei confronti dell’e-commerce ma la pandemia da Covid ha ribaltato la situazione tanto che ora sono le aziende a rincorrere la domanda di e-commerce dei clienti. Oggi abbiamo una situazione paradossale dove la domanda è cresciuta molto più dell’offerta a causa del periodo emergenziale. La vera sfida per le aziende di e-commerce italiane è di intercettare questa domanda prima che lo facciano i colossi internazionali».

Intravediamo già le prime complessità nella promozione e visibilità di un e-commerce per riuscire ad attirare potenziali clienti e convertirli in consumatori reali. Questo è solo uno degli aspetti complessi da gestire che fanno la differenza tra avere un e-commerce in outsourcing o un team interno che se ne occupi dalla A alla Z, in modo completo ed esclusivo.


Differenza tra ecommerce outsourcing o con gestione interna

Quando un’azienda decide di puntare sulla vendita online e aprire un ecommerce, non deve farlo in modo superficiale, perché quello che sembra un semplice sito di commercio elettronico, è in realtà una somma di processi complessi, dove le competenze per dominare tutti i flussi sono specifiche, mai improvvisate.

Gestire internamente l’intero ecommerce vuol dire occuparsi di:

  • schede prodotti
  • immagini e video
  • contabilità
  • logistica con ordini e resi
  • customer care
  • advertising e promozione

I problemi più pesanti che si presentano quando un’azienda sceglie la gestione interna dell’e-commerce sono:

  • complessità dei processi,
  • tempo di avviamento, time to market
  • investimenti in tecnologia e risorse
  • reputazione e customer experience
  • strategie commerciali e di comunicazione
  • proprietà dei dati

“Il time to market è la base del business, prodotti chiusi in magazzino non generano fatturato”

Per gestire un e-commerce quindi c’è bisogno di almeno 4 figure professionali (non pensate minimamente di affidare tutto a tirocinanti e personale in stage senza esperienza):

  • amministrazione che si occupi della fatturazione e delle ricevute, dei rimborsi o buoni per i resi, che sappia farlo non solo in Italia se vendete anche all’estero, in europa e a livello internazionale
  • logistica che gestisca tutte le spedizioni, le consegne, i resi, i pacchi smarriti e lo faccia rispettando i termini di consegna
  • marketing e comunicazione per creare i contenuti del tuo e-commerce, gestire le schede prodotto, rendere visibile l’e-commerce sui social media, sui motori di ricerca come Google, attirare potenziali clienti sul sito web
  • il customer care è fondamentale per gestire ogni acquisto, dal pre al durante al post vendita, per evitare disservizi, per rendere sempre soddisfatto il tuo cliente e far sì che parli molto bene di te ad altri potenziali clienti. Una sola recensione negativa può compromettere un intero business


Se invece si sceglie un e-commerce con gestione outsourcing, si affidano tutti questi processi e aspetti complessi ad una società competente in materia che farà per te tutto quello che ti costerebbe tempo, denaro e risorse ingenti. 

Acquistare un servizio completo vuol dire non doversi preoccupare del reso in un mercato estero, della fattura errata per un’azienda, delle immagini professionali di una scheda prodotto o dei contenuti ottimizzati per i motori di ricerca. Vuol dire ottimizzare tempi e costi per ottenere il massimo risultato possibile.


La soluzione per un e-commerce efficiente zero pensieri

Scegliere un partner come Calicantus permette di sfruttare un’ esperienza ventennale e una macchina già avviata, evitando investimenti ingenti che richiederebbero anni prima di partire. Pagando di fatto un service si passa da spesa di capitale a spesa operativa, un enorme vantaggio. Non è sufficiente avere un software per aprire un e-commerce, non basta avere un tirocinante che inserisce prodotti dalla mattina alla sera, una figura part-time poi è assolutamente inutile. Questi sono i motivi per i quali le aziende B2B e B2C si bloccano in un progetto e-commerce: non hanno le persone competenti, non hanno le risorse per gestire tutti i processi complessi, non hanno esperienza in Italia o all’estero. Non si tratta di aprire solo un sito e-commerce, si tratta ragionare sul concetto di piattaforma: le aziende devono pensare ad avere vari partner in outsourcing che facciano per loro l’operatività specializzata, ma che lascino la strategia e le regole del gioco ai board aziendali. Calicantus offre proprio questo: una piattaforma di partner che fa quello che dovrebbe fare il team aziendale, ma lo fa secondo la strategia aziendale, rispettandone le dinamiche.


Calicantus è la soluzione Merchant of Records

Calicantus è un MoR, l’intermediario ideale tra il Brand e il cliente finale, è il venditore che compare sui registri e di fatto si assume la responsabilità di tutto l’aspetto contabile e amministrativo, privacy e proprietà dei dati che restano dell’azienda e non di Calicantus, come accadrebbe ad esempio con un marketplace come Amazon. Inoltre Calicantus consiglia e supporta l’azienda per la migliore strategia, lasciando che tutte le decisioni siano prese dall’azienda e rispettando il suo ruolo.


Valentino Bergamo

Chief Executive Officer

E-mail: valentino.bergamo@calicant.us

 

Raccontaci il tuo progetto

Coltiveremo la tua idea per trasformarla in nuove opportunità