•  Proposta di riforma UE dell'IVA sugli acquisti online  | calicant.us

    Proposta di riforma UE dell'IVA sugli acquisti online

05 Dicembre 2016

Proposta di riforma UE dell'IVA sugli acquisti online

E' da diversi anni che se ne parla, ma tra le nuove proposte formulate dalla Commissione Europea in materia di commercio elettronico, viene ribadita l'intenzione di modificare l'attuale regime di applicazione dell'aliquota IVA sui beni venduti online.

Con l'obiettivo di garantire una più equa distribuzione dell’IVA fra gli Stati Membri, la proposta di modifica prevede che l’imposta venga pagata nel Paese nel quale risiede il cliente che effettua l’acquisto e non più l'IVA del paese dell'azienda venditrice.

Facciamo un esempio pratico: oggi un consumatore tedesco che acquista online un paio di scarpe da un venditore italiano paga un'imposta sul valore aggiunto del 22% (aliquota IVA vigente in Italia), con la proposta di modifica dovrebbe invece pagare il 19% (aliquota IVA vigente in Germania). Viceversa per l'acquirente italiano che comprerà da un e-Shop di un'azienda tedesca: pagherà il 22% di IVA invece dell'attuale 19%.

Verranno avvantaggiati i consumatori digitali degli Stati più virtuosi

La proposta dovrà ora essere esaminata dal Parlamento e poi adottata dal Consiglio Europeo e fa parte di una più ampia riforma IVA nell'UE sulle tematiche di:

  • Sportello unico UE per i versamenti IVA sui beni venduti online;
  • Misure contro l’evasione d’imposta sull’e-commerce;
  • Semplificazioni per startup e piccole imprese;
  • Agevolazioni fiscali sull’editoria digitale.
Matteo Comin

Matteo Comin

Chief Sales Officer calicant.us

Raccontaci il tuo progetto

Coltiveremo la tua idea per trasformarla in nuove opportunità